Emergenza COVID 19 e Condominio

Emergenza COVID 19 e Condominio

Emergenza COVID 19 e Condominio La situazione che si è venuta a creare a seguito dei provvedimenti di carattere emergenziale, ha determinato una serie di domande che necessitano di una risposta. Proviamo a farlo sottolineando comunque che i provvedimenti emanati dal Governo possono essere in ogni caso oggetto di interpretazione, nonché di successive modifiche. Al momento, alle domande più frequenti, proviamo a dare le seguenti risposte.

Read More

Le funzioni dell’amministratore

Le funzioni dell’amministratore

E’ successo che l’amministratore invita il condomino a rimuovere una targa apposta senza autorizzazione, e il condomino lo porta davanti al Giudice lamentando di non poter godere della sua proprietà a causa del comportamento dell’amministratore, considerato come fonte di disturbo.

La causa finisce davanti alla Corte di Cassazione, che dà ragione all’amministratore.

A norma dell’art. 1133 c.c., l’amministratore di condominio ha infatti il potere di assumere provvedimenti obbligatori nei confronti dei condomini, i quali possono impugnarli davanti all’ assemblea e, ricorrendone le condizioni, davanti all’autorità giudiziaria; pertanto, poiché l amministratore è tenuto a garantire il rispetto del regolamento di condominio allo scopo di tutelare la pacifica convivenza, qualora egli inviti uno dei condomini al rispetto delle leggi o del regolamento vigenti, non è configurabile, a suo carico, alcun atto di turbativa del diritto altrui nel caso in cui egli abbia agito, secondo ragionevole interpretazione, nell’ambito dei suoi poteri-doveri di cui agli artt. 1130 e 1133 c.c..

In conclusione, il condomino non può lamentarsi se l’amministratore lo richiama al rispetto del regolamento nelle modalità di godimento delle parti comuni.
* Cass. civ., sez. II, 11 maggio 2011, n. 10347, Orlando co. Guida ed altri.

Marzo 2019  APC – Confedilizia Grosseto  avv.Paola Tamanti

Nuove regole per le locazioni turistiche

Nuove regole per le locazioni turistiche

La Giunta Regionale Toscana con Delibera n. 1267 del 19/11/2018, dando attuazione all’art. 70 della Legge Regionale Toscana n. 86/2016, ha individuato gli elementi da indicare nella comunicazione obbligatoria, che i locatori di abitazione a scopo turistico dovranno inviare al Comune entro 30 giorni dalla stipula del primo contratto di locazione.

In breve, gli interessati dovranno:

  1. Richiedere un codice identificativo accedendo al sito:  http:/www.regione.toscana.it/-/comunicazione-locazioni-turistiche
  2. Effettuare la comunicazione al Comune nel quale è situato l’alloggio, tutta la serie di informazioni contenuta nell’allegato A alla suddetta Delibera della Giunta Regionale;
  3. Effettuare analoga comunicazione, sempre entro 30 giorni dal verificarsi dell’evento, ove intervengano eventuali integrazioni o variazioni negli elementi comunicati in precedenza.
Corsi di formazione periodica per amministratori di condominio – annualità 9.10.2018-8.10.2019

Corsi di formazione periodica per amministratori di condominio – annualità 9.10.2018-8.10.2019

La Confedilizia Grosseto, in collaborazione con il Collegio dei Geometri di Grosseto e le Associazioni Sunia e Fiaip, organizza i nuovi corsi di formazione periodica per amministratori di condominio validi per l’annualità 9.10.2018-8.10.2019, riconosciuti ai sensi della Legge n. 220 del 11.12.2012 e del Decreto del Ministero della Giustizia n. 140 del 13.08.2014.

Read More

IL RENDICONTO CONDOMINIALE

IL RENDICONTO CONDOMINIALE

Il rendiconto condominiale è costituito da tre documenti inscindibilmente legati tra loro. Essi sono: 
a) il registro di contabilità, che corrisponde al registro di cassa. In esso vanno annotati tutte le voci in entrata e uscita in ordine cronologico.
b) il riepilogo finanziario. Rappresenta una “fotografia” della situazione, definendo lo stato delle attività e passività, enucleando crediti, debiti ed eventuali fondi di riserva. Il riepilogo finanziario ha quindi la finalità di individuare la situazione dello stato patrimoniale del condominio amministrato.
c) la nota sintetica esplicativa. È un atto fondamentale quanto ha la finalità di spiegare sinteticamente l’intera gestione annuale, dando conto non solo dei rapporti in corso, come cause giudiziarie, ma anche delle questioni pendenti.
L’unione di questi tre elaborati forma il rendiconto condominiale che deve essere sottoposto all’attenzione dei singoli condomini, previo invio di copie allegate all’atto della convocazione dell’assemblea. I condomini saranno infatti nelle condizioni di votare in maniera informata e consapevole il bilancio consuntivo, solo se avranno potuto avere a disposizione, unitamente alla convocazione, i tre documenti sopra indicati.
Read More